Regole e tasse per affitti brevi in Sardegna

In questo articolo discutiamo le ultime regole, tasse e tasse di cui devi essere a conoscenza se offri una proprietà...

La Sardegna è un’ottima posizione per investire in una casa vacanza, puoi usarla tu stesso e poi offrirla per affitti a breve termine su siti come AirBnb o HomeAway quando non ci sono. Aggiungi che il tempo è eccellente per gran parte dell’anno e con una lunga stagione estiva, può anche avere un grande senso finanziario invece di lasciarlo vuoto.

Con una proprietà media di 2 letti che comanda verso l’alto di 120 EUR a notte, potresti avere guadagni annui lordi di ben oltre € 10.000 EUR se affitti per il periodo estivo di 4 mesi.

Detto questo, devi anche essere consapevole dei tuoi requisiti legali, poiché il settore del noleggio in Italia è fortemente regolamentato, le regole cambiano continuamente e sono diverse da luogo a luogo.

Requisiti di affitto di immobili a breve termine in Sardegna?

In Italia la quantità di burocrazia che devi navigare è famosa in tutto il mondo e l’affitto di proprietà non fa eccezione. È anche il motivo per cui i servizi di co-hosting che offriamo in AJO sono così popolari in quanto facciamo molto di questo per te.

Giusto per darti un’idea, la maggior parte dei comuni in Sardegna richiede di informarli che stai avviando un’attività di noleggio a breve termine presentando una “segnalazione certificata di inizio attività” o SCIA.

Ti verrà inoltre richiesto di segnalare le statistiche sul numero di ospiti che hai ospitato su base mensile. È inoltre un obbligo legale presentare i documenti di identità degli ospiti entro 24 ore dal check-in e fornire a ogni ospite un contratto scritto di affitto a breve termine firmato da entrambe le parti.

Diventa più complesso man mano che offri più servizi. Se hai più di una proprietà o offri servizi extra come tour o pasti, allora può cambiare il modo in cui il tuo alloggio è classificato e potrebbe richiedere ulteriori documenti.

In Sardegna, non è consentito offrire più di tre camere e dodici posti letto.

E le TASSE?

Quando arriva il momento di pagare le tasse, dichiari qualsiasi reddito da locazione come parte del tuo reddito complessivo per l’anno. Ciò significa che pagherai tra il 23% e il 45% di tasse sul tuo reddito alla fine dell’anno.
Alcune spese, come i lavori di ristrutturazione e i costi di gestione, che entrano nel business possono essere detratte.

C’è anche l’opzione per un’aliquota fissa del 21% sui redditi da locazione a breve termine chiamata “cedolare secca“. Airbnb sta attualmente combattendo in tribunale per impedire che questa tariffa venga applicata automaticamente alle prenotazioni.

Un’altra opzione è quella di diventare un’azienda legalmente costituita e addebitare l’IVA sui tuoi noleggi. Ma viene anche fornito con molte più scartoffie come qualsiasi azienda.

Molti comuni hanno anche aggiunto una tassa di soggiorno locale al costo di un soggiorno, questo è in genere solo pochi euro a notte, per ospite.

Scegliendo di co-ospitare con AJO possiamo affrontare gran parte di questa burocrazia per tuo conto e teniamo d’occhio la situazione in continua evoluzione in modo da non cadere in conflitto con eventuali modifiche ai regolamenti.

Quindi, cosa c’è dopo?

AJO è qui per semplificare questo processo, contattaci per scoprire tutti i servizi di co-hosting che offriamo. Renderemo l’affitto della tua proprietà il più semplice possibile ed eviteremo mal di testa e incertezze.

Chi sono?

Valeria
Mi chiamo Valeria Pintus. Dopo molti anni di vita e lavoro a Londra, sono tornata nella mia terra natale, la Sardegna, e fornisco servizi di mediazione immobiliare: co-hosting, vendita e ricerca di immobili da acquistare.

Sono un agente immobiliare, pienamente qualificata ed abilitata esperta nel marketing del turismo.

COMPRA O VENDI

Se stai cercando di acquistare, affittare o vendere un immobile, contattaci qui.

VALUTAZIONE

Ottieni una valutazione GRATUITA per il tuo immobile

Compare Listings

Titolo Prezzo Stato Tipo Area Scopo Camere Bagni